Monemvasia, piccola perla della Grecia

L’abbiamo scoperta per caso, durante il tour della Grecia con Costa Neoclassica. Quel giorno saremmo dovuti andare a Santorini ma per via del mare molto mosso, visto che si scende in lancia, il capitano ha optato per una diversa destinazione, che non tutti conscevamo e che non avevamo sentito mai prima d’ora. La meta prevista era Monemvasia, nella periferia del Peloponneso. Il nome di questo piccolo comune significa “un solo accesso” e in effetti è una sola porta a farci entrare nella città vecchia. Arrivati al piccolo porticciolo infatti, una strada lunga poche centinaia di metri che attraversa il mare ci porta all’ingresso di questa cittadina che si presenta come un piccolo borgo medioevale arroccato.

Nessuno si aspettava una nave da crociera quel giorno, ma devo dire che gli abitanti locali sono stati abilissimi in poche ore ad organizzarsi per aprire negozi e ristoranti. La prima cosa da vedere appena entrati in città è il Kastro, un insieme di vicoli, e casette che formano questo meraviglioso panorama che si innalza davanti ai nostri occhi.

Passeggiando per i vicoli arriviamo alla piccola piazzetta principale dove c’è alla chiesetta di Cristo Elkomenos, una piccola costruzione del tredicesimo secolo, molto ben curata che è la meta principale dei curiosi che in questa giornata affollano la città.

Salendo per le vie strette e ripide si arriva all’altra chiesa della città, Agia Sofia, caso ha voluto però che fosse in manutenzione quindi non abbiamo potuto visitarla. Monemvasia si gira veramente in pochissimo tempo, ma è bello soffermarsi a respirare i profumi della città vecchia, a nutrirsi di paesaggi che cambiano ad ogni angolo. Camminare tra i suoi vicoli è come fare un balzo indietro nel tempo. Ci passerei una settimana? Per come sono fatto io una giornata basta e avanza anche perché è veramente piccola e si gira in un nulla, ma fidatevi, la visita verrà ripagata. Nel caso invece cercaste relax totale e voleste staccare la spina per un po direi che è la meta ideale. Abbiamo avuto inoltre la fortuna di riuscire a mangiare nel centro storico. Ottima cucina locale e la famosa torta all’arancia, una vera delizia. Ovviamente come in gran parte della Grecia anche qui non mancano i gatti che son sempre pronti a farti gli occhi dolci in cambio di un pezzo di cibo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...