Il Blog

Titanic II: riprendono i lavori sulla copia della nave dei sogni

Dopo circa tre anni di silenzio si ritorna a parlare del Titanic II, l’ambizioso progetto del miliardario, nonché presidente della Blue Star Line, Clive Palmer, che la scorsa settimana ha annunciato alla stampa la ripresa del progetto che prevede la realizzazione della copia del transatlantico più famoso e sfortunato di tutti i tempi. 

titanitcII

Originariamente previsto per il 2016, il Titanic II, causa problemi finanziari – ora risolti – con la società Mineralogy dello stesso Palmer, non ha mai visto la luce. Ma è stato lo stesso ideatore dell’ambizioso progetto a rilasciare questa dichiarazione durante una conferenza stampa a Londra:

“Blue Star Line ricreerà il Titanic, offrendo ai passeggeri una nave con gli stessi interni e gli stessi layout delle cabine, integrando le moderne procedure di sicurezza, i metodi di navigazione e la tecnologia del 21° secolo per garantire un lussuosissimo livello di comfort. La nave seguirà il viaggio originale, trasportando passeggeri da Southampton a New York, ma circumnavigherà anche il globo, ispirando e incantando le persone, attirando l’attenzione senza rivali, portando un velo di mistero in ogni porto visitato.”

Quindi, stando alle dichiarazioni di Palmer, il Titanic II si farà e a dargli forma sarà il cantiere navale cinese CSC Jinling. Ma la copia del famoso transatlantico affondato il 14 aprile 1912 non sarà in tutto e per tutto uguale all’originale. Verranno mantenuti i layout delle cabine, le sale da pranzo, l’elegante scalinata principale, la cupola in vetro, la piscina, le aree comuni, la palestra e molte zone pubbliche.

 

A fare la differenza rispetto alla prima unità gemella sarà lo scafo che, anziché essere rivettato, sarà saldato, i moderni sistemi di navigazione digitale tra cui satellite e radar, un ponte in più che ospiterà le scialuppe di salvataggio (la copia delle originali sarà comunque posizionata sulla passeggiata) e, ultimo ma non meno importante, verrà alimentato a Diesel anziché carbone.

 

Come nell’epoca d’oro dei grandi transatlantici il Titanic II offrirà cabine di prima, seconda e terza classe con aree riservate per ogni categoria di appartenenza.

Che dire, il progetto sembra allettante, sarà la volta buona o svanirà nel dimenticatoio come fumo nell’aria? E voi, salpereste per una crociera old style con ‘la nave dei sogni‘?

#DDB #Diariodibordo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...